Rachele Di Bona

BLOG
10 anni fa il primo Leadership
Rachele Di Bona
25/04/2015

10 anni fa il primo Leadership!


Una giovane ragazza alla ricerca di risposte, in cerca di qualcosa di diverso perché sente che qualcosa le sfugge... il MOTIVO per cui è qui. 
Sa di essere molto più di quello che fa, di come lo fa, di quello che sente e di quello che ha imparato fino ad allora. 
Lei studia Psicologia e lavora in un locale di Roma per mantenersi agli studi. Gli studi di Psicologia la lasciano perplessa rispetto a ciò che lei immaginava e soprattutto rispetto a ciò che vuole fare nella vita così si mette alla ricerca e scopre il mondo della Pnl e soprattutto impatta con il mondo della crescita personale ed il suo numero uno: Anthony Robbins. 
Comincia a mettere da parte un pò di soldini per andare a frequentare il suo Master. 
Un suo amico Tullio, le parla del Robbins italiano Roberto Re. 
Lei si informa e su internet scopre questa azienda italiana che si occupa della formazione che a lei piace. 
Si iscrive alla newsletter e viene contattata quasi immediatamente. 
Per farla breve, chiuso il telefono si reca in banca e usa i risparmi che aveva messo da parte fino ad allora per iscriversi al loro programma di punta: l'Academy. 
Era l'ottobre del 2004 e il primo corso dell'Academy, il Leadership, sarebbe iniziato il 22 gennaio 2005...
...e adesso? 
...in questi tre mesi rimanenti? 
Ansia per il dubbio di aver fatto una cavolata alimentata dall'ambiente intorno che di certo non ha facilitato l'attesa anzi... 
Arriva il fatidico giorno! 
Prima ancora di iniziare regala i due pacchetti di marlboro che l'accompagnavano (non ha più toccato una sigaretta da allora se non dopo 9 mesi per provare la sensazione e vomitó).
Fa tutta la trafila di segreteria, ritiro materiale e con un mal di testa assurdo, si posiziona lì in prima fila, nell' attesa che si aprano le tende che la separano dalla sala dove si terrà il corso. 
Finalmente si entra e l'impatto è forte: tanta gente, persone che si abbracciano come vecchi amici che non si vedono da tempo, un grandissimo palco con persone con magliette blu che ballano e lei, all'improvviso, si sente "a casa".
Inizia il corso e Roberto Re inizia con una domanda: 
"Perché siete qui?"  
La giovane ragazza alza la mano per prima , prende il microfono e dice: 
" Io studio Psicologia e sono qui perché voglio diventare come te, anzi... meglio di te!"
 Roberto Re porta l'indice al mento e con sguardo interessato risponde:
 " mhhhh mi ricorderò di te..." ( e così fu...)
Inutile raccontare i dettagli dell'impatto che quel corso, quel famoso Leadership ebbe su di lei. 
Incastró tutti i tasselli, fu bombardata da flash dal primo all'ultimo momento, finalmente CAPÌ tutti i meccanismi che si ripetevano nella sua vita e soprattutto perché si ripetevano, imparò cosa fare per cambiare le cose, per assumersi la responsabilità di direzionare la sua vita verso ciò per cui era nata e, la cosa più assurda fu che fu tutto un processo naturale, tutto magicamente si risistemava e appariva chiaro come mai prima di allora. 
Fu li che decise che ciò che aveva vissuto lei non poteva tenerlo per sè. 
Quel processo li dovevano insegnarlo nelle scuole, tutto il mondo doveva sapere che si può stare da DIO che siamo programmati per essere felici, che possiamo ottenere ciò che vogliamo e che siamo molto ma molto di più di quello che ci vuole far credere chi detiene il controllo. 
Dobbiamo solo imparare a farlo. 
Chiese allora cosa doveva fare per diventare Coach e le diedero indicazioni sul da farsi.
Primo passo iscriversi ad un percorso nuovo che stava aprendo le porte anche a Roma: il FLY. 
La ragazza non ne aveva la possibilità perché aveva investito tutti i suoi risparmi per l'Academy ma la motivazione era troppo forte e si trovò la soluzione. 
Inizió la palestra , al Fly ci si allenava quotidianamente ed è stata una spina nel fianco per i suoi Coach di allora Daniela Bonetti e Andrea Favaretto. 
Non li mollava un secondo ( fino allo sfinimento direi ;-) ) perché la sua sete di crescita era inesauribile.
Ha dovuto fare i conti con tante resistenze, sabotaggi, momenti di dubbi ma alla fine il suo intento era troppo più forte di tutto questo e ce l'ha fatta! 
Da allora quella giovane ragazza ne ha fatta di strada... 
È cresciuta nel Centro Fly di Roma essendo fin da subito il collante della Squadra. 
Ha aperto una sede del Fly prima ad Ancona, poi a Bari ed infine a Lecce diventando franchisee della Leadership School di Roberto Re in Puglia.
E' diventata Coach prima e Senior Coach poi dell'Academy , proprio di quella stessa Academy dove è iniziato tutto e dove adesso, insieme alla sua Amica e collega Daniela Bonetti (10 anni fa il suo Coach...) e supercoordinate dalla straordinaria Roberta Cuttica, guida il Coaching Program ( programma speciale per chi vuole fare il percorso e diventare Coach Academy) e soprattutto...
...è diventata la persona che ha sempre sognato di essere: 
LIBERA di incatenarsi al proprio sogno... 
...rendere questo mondo un posto migliore...
Oggi quella giovane ragazza è diventata una Donna che ringrazia ogni singolo istante quella decisione presa 10 anni fa, che è grata a chi le ha fatto da guida, a tutte le difficoltà a tutti i momenti in cui ha pensato di non farcela perchè è li che ha tirato fuori il meglio di sè. 
Quella Donna dopo 10 anni non perde occasione per mettersi costantemente in gioco, vive ogni corso come se fosse la prima volta e ogni volta che torna al Leadership si commuove nel guardare le persone che sono li per la prima volta perchè vive in anticipo tutto ciò che quelle persone vivranno nei prossimi quattro giorni ed è consapevole che per loro LA VITA NON SARA' MAI PIU' LA STESSA.
Così come, da allora, non lo è più stata la mia...

comments powered by Disqus